La storia del Raduno dell’Epifania – Parte 9: #MondovìVola

Condividi:

Vai alla parte 8: a Mondovì volano anche i pinguini

Un anniversario sfortunato

Nel 2018 si festeggiano i 30 anni del Raduno dell’Epifania!

Purtroppo, il Raduno 2018 – il primo organizzato sotto la guida del nuovo presidente, Gianfranco Curti – verrà ricordato come uno dei più sfortunati di sempre: una tempesta di neve rende il volo assolutamente impraticabile per la quasi totalità dei tre giorni, con un cielo grigio e privo di visibilità. 

Dei sei voli in programma ne viene effettuato solo uno e l’Aeroclub è costretto a cancellare il programma.

Una nuova mongolfiera cittadina

L’attaccamento della città alle mongolfiere venne comunque ribadito appena un mese dopo quando, a distanza di 5 anni, ci fu un ritorno graditissimo: la nuova mongolfiera della Città di Mondovì.

Il Comune battezzò il nuovo pallone aerostatico cittadino nel febbraio 2018 con un volo inaugurale che venne accompagnato da una piccola “flotta” di mongolfiere in volo, pilotate da alcuni fra i soci dell’Aeroclub. È pilotata da Paolo Oggioni, già presidente dell’Aeroclub monregalese.

2019: il trionfo delle mongolfiere

Il Raduno Aerostatico Internazionale dell’Epifania 2019 ha visto un successo di pubblico travolgente, con numeri mai registrati prima di allora. Tra le mille immagini del successo del Raduno del gennaio 2019, non possiamo che scegliere questa:

La gigantesca e spettacolare Motorbaloon “Superbike”, ospite specialissimo del 31° Raduno dell’epifania: un colosso dell’aria (grande quanto tre mongolfiere “normali”!) che ha letteralmente dominato i cieli di Mondovì dal 4 al 6 gennaio. Pilotata dall’equipaggio olandese di Herman Kleinsmit, la stupefacente Superbike si è conquistata anche la prima pagina del magazine VFR:

Altro highlight del Raduno 2019: la straordinaria performance di Andrew Holly, a bordo della sua forma speciale “Panther”:

Nel volo del 6 gennaio Andrew è riuscito a compiere qualcosa che resterà negli annali della manifestazione: decollare da una piccola piazza del centro storico, sorvolare l’intera città e raggiungere quota 7 mila piedi, e infine… atterrare nella medesima piazza da cui si era levato ore prima.

Paolo Bonanno nella “Hall of Fame” dell’aerostatica mondiale

Nel 2019 Paolo Bonanno, storico pilota di Mondovì, è stato ufficialmente riconosciuto come una delle figure più importanti dell’aerostatica mondiale. Bonanno, “guru” italiano nel campo delle mongolfiere (nonché vicepresidente dell’Aeroclub di Mondovì), è conosciuto in tutto il mondo del balloons per aver innovato, col suo lavoro, il mondo dei bruciatori. Nel 2019 Bonanno è entrato nella “Hall of Fame” della FAI/CIA Ballooning Commission. Nel 2014 l’allora presidente dell’Aeroclub Paolo Oggioni candidò formalmente Bonanno alla “Hall of fame” per i suoi meriti acquisiti durante tutta la carriera. La cerimonia di consegna del premio è avvenuta a ottobre, durante il Festival aerostatico internazionale di Albuquerque, il più importante al mondo.

Condividi: